Architettura del Castello di Montecuccolo nel corso dei secoli.

Cap. I°: La Torre Mastio

In origine Montecuccolo era sede di una torre di avvistamento come tante altre nel nostro appennino, ma la posizione sulla quale venne costruita, centrale nel Frignano a 873 metri di altezza permetteva una visuale che non ha eguali e al contempo la potenzialità di un punto di riferimento visibile da tutti i borghi a est-sud-ovest. Il presidio nasceva in un punto di incontro di una “via di cresta” proveniente dal Monte della Croce (probabile sentiero di guardia di età bizantina) e della via proveniente da Serra di Porto; accessibile da Renno (sprone sud), da ponente (le Fontane – Serra di Porto) e da levante (Mediana). L’indagine degli innesti murari alla base mostrano un primo livello a filaretto arcaico alternato di file di pietre sottili/pietre larghe, probabilmente base in sasso di una torre in legno con palizzata, risalente ad un periodo tardo romano/bizantino (650-720 d.c.), l’epoca del Castrum Feronianum distrutto nel 728 dal re longobardo Liutprando.

Leggi tutta la scheda.

 

Montecuccoli e la difesa del Cristianesimo!

Evento in occasione dei 410 anni della nascita di Raimondo Montecuccoli. Per l’occasione lo scrittore giornalista di Rai Vaticana, Stefano Zirotti, affronterà la tematica “rapporti tra Islam e Cristianesimo”, centrale nella biografia di Montecuccoli. Bononcini Alessio, dopo la serie di incontri dedicati ai luoghi di Raimondo Montecuccoli in Europa…affronterà la tematica “Islam/Cristianesimo” sia dall’attuale punto di vista geopolitico, sia nella cornice della biografia del generale Frignanese, aggiornando con molte novità le iniziative ed i progetti Ungheresi dedicati ai 350anni della battaglia sul fiume Raab, cui Pavullo nel Frignano dovrebbe agganciarsi. In chiusura verrà presentato anche il progetto “Terre dei Montecuccoli”.