DINO BUZZATI il cronista dell’immaginario

Domenica 5 novembre ore 16:30, presso Castello di Montecuccolo Comune di Pavullo nel Frignano “Dino Buzzati il cronista dell’immaginario” con Giovanni Gibertini e Stefano Rossi, modera il prof Andrea Pini. ▪️15:30 👉 visita guidata al Castello e alla mostra su Buzzati (collezione di Stefano Rossi). ▪️13:00 pranzo alla Vetusta Locanda

Progetto Europeo – Raimondo Montecuccoli

Hafnerbach si trova 100 chilometri a ovest di Vienna e fa parte del distretto di Sankt Polten nella bassa Austria. Qui Raimondo Montecuccoli aveva la sua residenza nel Castello di Hohenegg ereditato da suo zio Girolamo diplomatico della corte imperiale. Nel cuore della cittadina sorge una pietra che nel 2007 celebra i 20 anni di partnership (in tedesco patnershaft) tra Hafnerbach (residenza di RM) e Mogersdorf (teatro della battaglia della Raab il 1 agosto 1664) assieme all’ungherese Szentgotthárd dall’altra riva del fiume. Le tre località ospitano un museo dedicato a Raimondo Montecuccoli (di cui ricorre oggi l’anniversario della morte 16/10/1680). Ora che anche il Castello di Montecuccolo ospita presso il Comune di Pavullo nel Frignano un museo a lui dedicato avendone dato la nascita, un progetto europeo potrebbe collegare 5 nazioni legate a questo eroe europeo: Austria, Ungheria, Italia, Slovenia, Croazia. Il sogno è dunque una rete turistica tra questi 5 castelli/musei e che il nome di Pavullo nel Frignano possa unirsi su quella pietra. Ricordo infine il museo nazionale di storia militare austriaco Heeresgeschichtliches Museum / Militärhistorisches Institut di Vienna dove RM è protagonista della sezione iniziale sul XVII secolo. Nulla è invece rimasto a Linz salvo la lapide in una chiesa purtroppo abbandonata. ▪️testo/photo Alessio Bononcini

Hafnerbach is located 100 kilometers west of Vienna and is part of the Sankt Polten district in Lower Austria. Here Raimondo Montecuccoli had his residence in the Hohenegg Castle inherited from his uncle Girolamo, diplomat of the imperial court. In the heart of the town stands a stone which in 2007 celebrates 20 years of partnership (in German patnershaft) between Hafnerbach (RM’s residence) and Mogersdorf (the scene of the Battle of the Raab on 1 August 1664) together with the Hungarian Szentgotthárd on the other bank of the river. The three locations host a museum dedicated to Raimondo Montecuccoli (whose death anniversary is today 16/10/1680). Now that Montecuccolo Castle also hosts a museum dedicated to him in the municipality of Pavullo nel Frignano, having given birth to him, a European project could connect 5 nations linked to this European hero: Austria, Hungary, Italy, Slovenia, Croatia. The dream is therefore a tourist network between these 5 castles/museums and that the name of Pavullo nel Frignano can join on that stone. Finally, I remember the Austrian national military history museum Heeresgeschichtliches Museum / Militärhistorisches Institut in Vienna where RM is the protagonist of the initial section on the 17th century. However, nothing remains in Linz except the plaque in an unfortunately abandoned church.

Riaperta presso il Castello di Montecuccolo la mostra su Dino Buzzati “il pittore di storie”.

Fino al 5/11 è possibile visitare, al secondo piano presso l’aula didattica, più nota come “stanza a righe”, la mostra di multipli d’autore di Dino Buzzati, a cura di Stefano Rossi ed Il Frignano dei Montecuccoli dal titolo: “Il pittore di storie”.

Visitabile negli orari di apertura del Castello di Montecuccolo Comune di Pavullo nel Frignano (Mo) info: www.castellodimontecuccolo.com castelliestensi@gmail.com Cell. 3278770278.

Per visualizzare l’articolo con maggiori info, clicca qui!

“i Montecuccoli” di Stefano Santagata

▪️venerdì 28 luglio alle ore 21:00 presentazione de “I MONTECUCCOLI” ⚔ in due volumi, a cura dello storico Stefano Santagata, INGRESSO LIBERO. Il primo volume è dedicato alle successioni feudali e all’araldica. Il secondo volume della collana dedicata ai Montecuccoli, famiglia comitale della montagna modenese che affonda le proprie radici fra i vassalli matildici dell’XI-XII secolo, assumendo, dalla fine del Cinquecento, una dimensione europea, particolarmente nell’ambito dell’Impero Asburgico.Uno studio dedicato alla genealogia, con la ricostruzione dell’albero familiare dalla fine del XII secolo, epoca dalla quale è presente una documentazione certa. Attraverso l’evoluzione di due grandi linee che si biforcano già alla metà del Duecento, si giunge fino all’epoca moderna, con i due rami superstiti dei Montecuccoli degli Erri e dei Montecuccoli di Mitterau in Austria.Lo studio si compone di 19 pagine di alberi genealogici e di 564 schede biografiche, con particolare attenzione ai riferimenti archivistici e bibliografici, sintetizzati in 3539 note al testo. Presentazione a cura della nostra associazione.