21/02/1609-2020 l’anno della svolta?

Il 21 febbraio è il giorno in cui si festeggia l’anniversario della nascita (1609) di Raimondo Montecuccoli, il pavullese più famoso della Storia, difensore dell’Europa Cristiana in 50 anni di battaglie, ideatore della Scienza Militare, fine letterato della lingua italiana nel Seicento.

L’anniversario si ricorda in diversi luoghi con i quali abbiamo preso contatto, significativi della sua vita, e dove sorge un allestimento Montecuccoli: Hafnerbach e Mogersdorf in Austria, Szentgotthard in Ungheria.

Il 2020 sarà un anno decisivo, perchè la gestione del Castello di Montecuccolo è andata a bando e contiamo che possa essere l’occasione per la realizzazione di quell’allestimento/museo Montecuccoli di cui si parla dal 2009 400esimo anniversario della nascita e siamo nel frattempo giunti all’anniversario 411.

Un primo allestimento è sorto presso la Torre di Montecenere nel 2012, cui è seguito un secondo presso la Rocca di Montese nel 2013 tutt’ora visitabili. Obbiettivo ultimo dovrà essere una rete di allestimenti storici Montecuccoli presso i loro principali Castelli : Montefiorino, Montecuccolo, Montese, Guiglia.

Nell’immagine il bellissimo bozzetto dello scomparso artista pavullese Azeglio Babbini esposto al Castello nella stanza del Generale durante la nostra mostra “Raimondo Montecuccoli, il Castello, la Guerra, le Opere” nell’estate 2013 che ebbe più di 2000 visitatori in un mese. Il bozzetto era preparatorio di una statua di Raimondo a cavallo da posizionare in Piazza Montecuccoli

Il Castello di Montecuccolo innevato

Eh così ieri è arrivata la prima neve…. ecco il Castello splendidamente ritratto dal castagneto di Ca’ de Montesani in uno scatto di Janka Vavrova che ringraziamo per averci concesso la pubblicazione. E’ una fotografia dotata di una particolare atmosfera fiabesca che la rende indubbiamente una delle più belle scattate al nostro Castello.

Ci è tornata alla mente quella xilografia del 1887 pubblicata in “l’Illustrazione Italiana” in cui la rocca è ritratta dalla stessa prospettiva, che trovate nella nostra galleria di immagini dedicata all”800. #castellodimontecuccolo #castelliemiliaromagna

Torre in Festa 2019 – Montecenere 20/21 luglio – Mostra Montecuccoli VI°edizione

Torna la sagra della Torre di Montecenere a Lama Mocogno e riapre l’esposizione permanente a cura de “Il Frignano dei Montecuccoli” quest’anno giunta alla sesta edizione dal titolo “Mille battaglie raccontate nella Torre!” con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna. L’inaugurazione sarà preceduta alle ore 17:00 dalla presentazione di due libri: “i gemelli di Goscen” di Oscar Cervi e “La casa dei segni” autori vari a cura de “I Semi Neri”.

L’esposizione sarà visitabile durante “Torre in Festa” sabato 20 e domenica 21 luglio 2019 e successivamente su richiesta nel mese di agosto prenotandosi al 3388516060 o 0536/344390/343568 (Comune di Lama Mocogno).

INGRESSO GRATUITO

 

 

Il Rotary club Frignano ha realizzato una cartellonistica “Terre dei Montecuccoli”. Il plauso da parte della nostra associazione. I motivi per i quali il modello delle “Terre Matildiche” è esportabile nei comuni del Frignano

Il Rotary Club Frignano ha realizzato con la collaborazione di “AB CENTER grafic design” una serie di tabelloni con la dicitura “Terre dei Montecuccoli” posizionati su diversi ingressi/frazioni della città di Pavullo nel Frignano. L’iniziativa segue la realizzazione di una rotonda con la dicitura “Terre dei Montecuccoli” e encomiabili progetti passati come la realizzazione di Raimondo Montecuccoli a cavallo, opera dell’artista Giuseppe Ricci in occasione del IV° Centenario della nascita del Generale nel 2009, oltre a iniziative di restauro del monumento e della rocca. Il cartello è davvero meraviglioso, il giallo-Impero è il colore dei Montecuccoli, lo stemma scelto è forse una delle più belle raffigurazioni (biografia di Raimondo Montecuccoli di Tommaso Sandonnini 1914), la fotografia di Maurizio Gualmini è forse una delle più belle del Castello mai scattate (a Maurizio dobbiamo anche la realizzazione di due copie della croce-bandiera della Chiesa di San Lorenzo). L’iniziativa non può che trovare il plauso da parte della nostra associazione “Il Frignano dei Montecuccoli”. In una riunione dell’ottobre 2012 con tutte le associazioni culturali di Pavullo e le amministrazioni di allora di Pavullo & Montese si abbozzò l’idea della cartellonistica Montecuccoli e di un progetto Montecuccoli che avrebbe coinvolto più comuni; allora purtroppo i fondi non si trovarono e il progetto non andò in porto. Un cartello può sembrare una sciocchezza, ma delimita un territorio, ne definisce l’identità storico-culturale e l’appartenenza , se visitate l’Appennino Reggiano noterete una straordinaria cartellonistica legata a Matilde di Canossa, in ogni frazione e presso ogni edificio a valenza storico-turistica, nell’arco di un “territorio matildico” che va da Quattro Castella e San Polo d’Enza passando per tutti i castelli matildici Rossena, Carpineti e arrivando fino alla pietra di Bismantova a Castelnuovo ne’ Monti. Cartellonistica matildica che rientra in un più ampio progetto di valorizzazione turistica, enogastronomica, storica, naturalistica dell’Appennino Reggiano. La nostra associazione Il Frignano dei Montecuccoli ha fatto fin dalla sua nascita, del modello matildico, un esempio che si può e si deve esportare anche nel nostro Frignano (Le Terre dei Montecuccoli comprendevano Pavullo, Lama, Polinago, Montefiorino, Montese, Guiglia).
Il “modello matildico”, lo sosteniamo dal 2011 anno della fondazione della nostra Associazione, si potrebbe esportare allo stesso modo in tutti i comuni del Frignano la cui storia e cultura sono legati alla famiglia Montecuccoli, che in queste terre ha lasciato uno straordinario patrimonio in termini di Castelli, Torri, Pievi, case-torri, stemmi e architravi, che sono assieme alle bellezze naturalistiche e all’enogastronomia l’eccellenza della nostre terre. Il progetto di valorizzazione proposto dalla nostra associazione è di ampio respiro europeo, ovvero l’idea di collegare i musei europei di Raimondo Montecuccoli, dal Castello di Montecuccolo, al museo di Hafnerbach a quelli di Mogersdorf e Szentgotthard. Ma è primariamente da qui, dalle nostre terre, dai nostri comuni del Frignano che dobbiamo partire. Noi, abbiamo comunciato con la realizzazione di un primo “museo” Montecuccoli presso la Torre di Montecenere grazie alla disponibilità dell’amministrazione di Lama Mocogno che ha sempre creduto in questo progetto, ma il cuore del nostro progetto è rivolto alla realizzazione del museo storico Montecuccoli presso il Castello di Montecuccolo. Quindi da parte nostra i più vivi complimenti ed applausi al Rotary Club di Pavullo nel Frignano e se di “Terre dei Montecuccoli” si vuole fare un progetto di più ampio respiro l’associazione il “Frignano dei Montecuccoli” è sempre qui, a disposizione con il suo bagaglio, di passione, materiale e progetti realizzati in questi 8 anni.