Raimondo Montecuccoli: il Progetto Europeo

RAIMONDO MONTECUCCOLI – IL PROGETTO EUROPEO
nel 340°anniversario della morte (16 ottobre 1680-2020)

sabato 17 ottobre 2020 alle ore 16:00
Castello di Montecuccolo – Pavullo nel Frignano (Mo)

i partecipanti verranno divisi in due gruppi che potranno seguire alternativamente la proiezione della presentazione a cura di Alessio Bononcini & la visita guidata del Castello a cura del prof. Andrea Pini.

prenotazione fino ad esaurimento dei posti: info@terraeidentita.it 3477512551 / 3278770278

Le vicende della vita di Raimondo Montecuccoli intrecciano il nostro Frignano con diversi paesi d’Europa. Il progetto prevede la realizzazione di una collaborazione tra musei di 5 nazioni europee: Italia, Austria, Ungheria, Croazia e Slovenia al fine di creare una rete turistica e di scambio culturale ed enogastronomico attraverso la figura di Raimondo Montecuccoli cittadino dell’Europa del Seicento, che per il valore di militare e di letterato può essere considerato uno dei “padri” dell’Europa, nonché teorizzatore dell’idea di un esercito europeo, di cui la battaglia della Raab del 1664 non a caso è stata definita “une bataille européenne” primo inedito esempio di alleanza militare unitaria tra le nazioni del continente. La Guerra dei Trent’anni lo vede in Germania, Polonia e Paesi Bassi; in Svezia compì il suo capolavoro diplomatico, la conversione della Regina Cristina; i suoi avversari furono la Turchia allora Impero Ottomano e la Francia del Re Sole Luigi XIV°.

Qui trovi le immagini dell’evento!
Qui trovi il video dell’evento!
Se ti sono piaciuti i video iscriviti al nostro canale!!!

Architettura del Castello di Montecuccolo nel corso dei secoli.

Cap. I°: La Torre Mastio

In origine Montecuccolo era sede di una torre di avvistamento come tante altre nel nostro appennino, ma la posizione sulla quale venne costruita, centrale nel Frignano a 873 metri di altezza permetteva una visuale che non ha eguali e al contempo la potenzialità di un punto di riferimento visibile da tutti i borghi a est-sud-ovest. Il presidio nasceva in un punto di incontro di una “via di cresta” proveniente dal Monte della Croce (probabile sentiero di guardia di età bizantina) e della via proveniente da Serra di Porto; accessibile da Renno (sprone sud), da ponente (le Fontane – Serra di Porto) e da levante (Mediana). L’indagine degli innesti murari alla base mostrano un primo livello a filaretto arcaico alternato di file di pietre sottili/pietre larghe, probabilmente base in sasso di una torre in legno con palizzata, risalente ad un periodo tardo romano/bizantino (650-720 d.c.), l’epoca del Castrum Feronianum distrutto nel 728 dal re longobardo Liutprando.

Leggi tutta la scheda.

 

21/02/1609-2020 l’anno della svolta?

Il 21 febbraio è il giorno in cui si festeggia l’anniversario della nascita (1609) di Raimondo Montecuccoli, il pavullese più famoso della Storia, difensore dell’Europa Cristiana in 50 anni di battaglie, ideatore della Scienza Militare, fine letterato della lingua italiana nel Seicento.

L’anniversario si ricorda in diversi luoghi con i quali abbiamo preso contatto, significativi della sua vita, e dove sorge un allestimento Montecuccoli: Hafnerbach e Mogersdorf in Austria, Szentgotthard in Ungheria.

Il 2020 sarà un anno decisivo, perchè la gestione del Castello di Montecuccolo è andata a bando e contiamo che possa essere l’occasione per la realizzazione di quell’allestimento/museo Montecuccoli di cui si parla dal 2009 400esimo anniversario della nascita e siamo nel frattempo giunti all’anniversario 411.

Un primo allestimento è sorto presso la Torre di Montecenere nel 2012, cui è seguito un secondo presso la Rocca di Montese nel 2013 tutt’ora visitabili. Obbiettivo ultimo dovrà essere una rete di allestimenti storici Montecuccoli presso i loro principali Castelli : Montefiorino, Montecuccolo, Montese, Guiglia.

Nell’immagine il bellissimo bozzetto dello scomparso artista pavullese Azeglio Babbini esposto al Castello nella stanza del Generale durante la nostra mostra “Raimondo Montecuccoli, il Castello, la Guerra, le Opere” nell’estate 2013 che ebbe più di 2000 visitatori in un mese. Il bozzetto era preparatorio di una statua di Raimondo a cavallo da posizionare in Piazza Montecuccoli

Il Castello di Montecuccolo innevato

Eh così ieri è arrivata la prima neve…. ecco il Castello splendidamente ritratto dal castagneto di Ca’ de Montesani in uno scatto di Janka Vavrova che ringraziamo per averci concesso la pubblicazione. E’ una fotografia dotata di una particolare atmosfera fiabesca che la rende indubbiamente una delle più belle scattate al nostro Castello.

Ci è tornata alla mente quella xilografia del 1887 pubblicata in “l’Illustrazione Italiana” in cui la rocca è ritratta dalla stessa prospettiva, che trovate nella nostra galleria di immagini dedicata all”800. #castellodimontecuccolo #castelliemiliaromagna